Utilizziamo cookie tecnici e analitici e, previa manifestazione del consenso, cookie di profilazione di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Per prestare il consenso, premere ok
Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
NUOVA SABATINI: LE NOVITÀ DEL DECRETO CRESCITA - news - Confartigianato Ravenna

07.05.19: NUOVA SABATINI: LE NOVITÀ DEL DECRETO CRESCITA - news

L'art. 20 del DL Crescita relativamente all’agevolazione cd. “Sabatini-ter” (incentivi a favore degli investimenti delle PMI in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature ad uso produttivo, nonché per gli investimenti in hardware, in software ed in tecnologie digitali - art. 2 D.L. 69/2013), prevede alcune rilevanti modifiche che consistono:

 

1)   Nell’erogazione del contributo (in conto esercizio) in un’unica rata (in luogo di 6 rate annuali) in caso di finanziamento di importo non superiore a € 100.000;

 

2)   Innalzamento a 4 milioni (dai 2 precedenti) del tetto massimo del finanziamento per ciascuna impresa beneficiaria, anche frazionato in più iniziative di acquisto

3)   I contributi divengono “automatici”, nel senso che sono erogati in base alle sole dichiarazioni prodotte dalle imprese in merito alla realizzazione dell'investimento, con i controlli che diventano, quindi, successivi e non preventivi.

 

Il decreto prevede anche la concessione degli incentivi della cosiddetta “Sabatini-ter” per una nuova finalità, denominata “sostegno alla capitalizzazione” e precisamente:

 

-          In favore delle micro, piccole e medie imprese, costituite in forma societaria, impegnate in processi di capitalizzazione, che intendono realizzare un programma di investimento. Le agevolazioni sono concesse nel caso di sostegno a processi di capitalizzazione delle imprese, a fronte dell’impegno dei soci a sottoscrivere un aumento di capitale sociale dell’impresa, da versare in più quote, in corrispondenza delle scadenze del piano di ammortamento del predetto finanziamento.

I contributi sono rapportati agli interessi calcolati, in via convenzionale, sul finanziamento a un tasso annuo del:

a) 5 per cento, per le micro e piccole imprese;

b) 3,575 per cento, per le medie imprese.

 

 

L’efficacia delle suddette novità è subordinata per quanto riguarda le novità di cui ai punti 1,2 e 3 alla emanazione di un apposito provvedimento direttoriale e per quanto riguarda il “sostegno alla capitalizzazione” alla adozione di un apposito decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze.

 

Per informazioni ed approfondimenti, le imprese associate possono contattare gli addetti del Servizio Credito e Incentivi.