Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie ok Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
SANARTI: L'UNICO FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA ANCHE PER DIPENDENTI E TITOLARI DI AZIENDE ARTIGIANE - news - News - Confartigianato Ravenna

19.10.17: SANARTI: L'UNICO FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA ANCHE PER DIPENDENTI E TITOLARI DI AZIENDE ARTIGIANE - news - News

L’assistenza sanitaria integrativa per il mondo dell’Artigianato. Finalmente i dipendenti, i titolari ed i loro familiari delle imprese artigiane hanno un Fondo di assistenza che li può aiutare nei momenti di difficoltà.
San.Arti. è il Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa per tutto il settore dell’Artigianato. Costituito dai principali Sindacati dei lavoratori e dalle Associazioni dell’Artigianato, tra le quali ovviamente anche Confartigianato, è attivo dal 2013.
 
Lo scopo di San.Arti. è di garantire agli iscritti (i dipendenti come previsto dai CCNL dell’Artigianato e i titolari, soci, collaboratori e i familiari su richiesta volontaria) i servizi sanitari integrativi attraverso il rimborso totale dei ticket ed in percentuale per: le visite specialistiche, l’alta diagnostica, gli interventi chirurgici, la prevenzione cardiologica ed oncologica, le prestazioni odontoiatriche e quanto previsto dal nomenclatore sanitario del Fondo.
 
Tutte le aziende artigiane che applicano i CCNL dell’Area Meccanica, Installazione di impianti, Orafi, Argentieri ed affini, Odontotecnici; dell’Area Chimica Ceramica; dell’Area Legno Lapidei; Alimentare e della Panificazione; Acconciatura, Estetica, Tricologia non curativa, Tatuaggio, Piercing e Centri Benessere; dell’Area Comunicazione; dell’Area Tessile Moda; Imprese Pulizie Artigiane; TAC – PMI, sono tenute a versare per i propri dipendenti con contratto di lavoro a tempo indeterminato, da apprendista e a tempo determinato pari o superiore a 12 mesi un contributo mensile di € 10,42 a lavoratore entro il giorno 16 di ogni mese con il modello di pagamento unificato F24 e l’invio del flusso Uniemens (causale contributo ART1 su entrambi).
 
Le prestazioni per i dipendenti aventi diritto verranno erogate il 1° giorno del settimo mese successivo al versamento dell’azienda artigiana.
 
L’iscrizione al Fondo è inoltre prevista volontariamente per i titolari, soci e collaboratori delle aziende artigiane con quota annuale a carico degli interessati di € 295 ciascuno (fino a 68 anni di età) e per i familiari (coniuge, conviventi e figli a carico) dei dipendenti e dei titolari, soci e collaboratori versando € 110 per i ragazzi da 1 a 14 anni e € 175 per uomini e donne da 15 a 67 anni con un bollettino emesso dal sito, effettuate le procedure di registrazione. Il periodo di iscrizione per i soggetti volontari per l’anno 2018 terminerà il 15 dicembre 2017 e le prestazioni saranno erogate dal 1° Gennaio del successivo anno solare.
L’iscrizione per i dipendenti è gratuita e avviene automaticamente con i versamenti dei contributi a carico delle aziende artigiane come contrattualmente previsto.
 
Gli stessi riceveranno le credenziali personali con cui usufruire dei servizi San. Arti. dall’Area riservata del sito www.sanarti.it 
 
I titolari, soci, collaboratori delle aziende artigiane possono iscriversi dal sito San. Arti. seguendo alcuni brevi passaggi per la stampa dei bollettini con cui fare i pagamenti presso gli uffici postali.
Per aiutare gli interessati, sono in essere gli Sportelli territoriali in tutte le province presso gli uffici sindacali dei lavoratori e/o delle imprese con lo scopo di far conoscere agli iscritti i servizi di San.Arti. e raccogliere nuove iscrizioni.
Come dicevamo, il Fondo SAN.ARTI. nasce per garantire una importante protezione socio-sanitaria integrativa rispetto a quella fornita dal Servizio Sanitario Nazionale, oltre a costituire un utile vantaggio economico per la famiglia degli imprenditori: con l’iscrizione al Fondo si potrà, infatti, ottenere in corso d’anno il rimborso integrale dei ticket del Servizio Sanitario Nazionale, utilizzare la rete delle strutture private convenzionate con il Fondo per effettuare visite specialistiche ed esami evitando le lunghe liste di attesa del sistema pubblico, con una spesa di poche decine di euro.
Con l’estensione, dunque, della copertura sanitaria anche agli imprenditori artigiani si consolida una scelta fondamentale delle parti sociali dell’Artigianato: la creazione di un sistema di sanità integrativa esteso a tutti i soggetti del mondo dell’Artigianato.
Per informazioni sul Fondo San.Arti è possibile rivolgersi, presso gli Uffici Confartigianato della provincia di Ravenna, a:
Ravenna: Luca Pizzaleo
Faenza: Katia Lasi
Lugo: Danilo Savioli
Bagnacavallo: Andrea Bragonzoni
Cervia: Stefano Venturi
Russi: Roberto Valentini
Alfonsine: Alida Zannoni