Utilizziamo cookie tecnici e analitici e, previa manifestazione del consenso, cookie di profilazione di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Per prestare il consenso, premere ok
Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
LA REGIONE EMILIA ROMAGNA METTE A DISPOSIZIONE DELLE AZIENDE TEST ANTIGENICI RAPIDI - news - Confartigianato Ravenna

13.01.21: LA REGIONE EMILIA ROMAGNA METTE A DISPOSIZIONE DELLE AZIENDE TEST ANTIGENICI RAPIDI - news

Nell’ambito del Patto per il lavoro, la Regione Emilia-Romagna promuove uno screening collettivo dei lavoratori per la prevenzione del rischio di contagio da SARS-CoV-2. Lo scopo è quello di contenere l’epidemia e garantire la prosecuzione delle attività lavorative. Lo screening sarà effettuato dalle aziende mediante i medici competenti, con il coordinamento dei Servizi di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro dei Dipartimenti di Sanità Pubblica in stretta collaborazione con i Servizi di Sanità Pubblica Veterinaria e Igiene e Sanità Pubblica e sarà basato sull’utilizzo di test antigenici rapidi.
 
La Regione Emilia Romagna mette quindi a disposizione gratuitamente alle aziende i test antigenici rapidi il cui esito e disponibile dopo 15 minuti.
 
Al momento attuale si ritiene di indicare quali attività o settori prioritari: trasporti e logistica, lavorazione carni, grande e media distribuzione organizzata, metalmeccanica, alimentare e ortofrutta, mobile imbottito, assistenza domiciliare, aziende con attività in appalto in genere.
 
Come Fare?
Nel caso in cui l’azienda intenda avvalersi dei test resi disponibili dalla Regione, il datore di lavoro trasmette una richiesta all’indirizzo di posta elettronica antigeniciaziende@auslromagna.it (Dott.ssa Sandra Olanda - Dott. Giampiero Mancini) tramite il modulo allegato, previo coinvolgimento dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Aziendali o Territoriali. I test sono consegnati dal Servizio PSAL al medico competente che li somministra direttamente o tramite un laboratorio privato da lui scelto, autorizzato dalla Regione, e ne registra gli esiti nel sistema informatico messo a disposizione a livello regionale (portale SOLE).
 
Ricordiamo
L’attività di screening è volontaria e conseguentemente il lavoratore di una azienda può anche decidere di non sottoporsi al test richiesto dal datore di lavoro.
In caso di positività al tampone rapido è necessario un tampone molecolare di controllo. La circolare del Ministero della Salute del 9 gennaio 2021 ha equiparato le misure di quarantena previste per i test molecolari e quindi la possibilità di copertura della malattia.
 
Le imprese aderenti ad EBER e che hanno inviato adempiuto all’invio della check list, potranno effettuare i test rapidi attraverso medici competenti e richiedere il rimborso delle spese di somministrazione fino ad un massimo di 22€ ciascuno, la prestazione sarà messa a disposizione su ABACO a breve.
 
 
 
 
 
 

 

---------------------------

  

EMERGENZA CORONAVIRUS: 

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI E LE INFORMAZIONI UTILI 

Una sezione del sito interamente dedicata all'emergenza Covid-19: tutte le normative di riferimento, dai Decreti nazionali a quelli della Regione Emilia Romagna, il Protocollo sulle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, la cartellonistica per le aziende, il modulo di autocertificazione per gli spostamenti e la cronologia completa di tutte le notizie pubblicate sull'argomento: QUI

 

 

 

---------------------------

 

File allegati