Utilizziamo cookie tecnici e analitici e, previa manifestazione del consenso, cookie di profilazione di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Per prestare il consenso, premere ok
Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
DIVIETO SOMMINISTRAZIONE UOVA CRUDE E INSACCATI FRESCHI - news - News - Confartigianato Ravenna

15.06.21: DIVIETO SOMMINISTRAZIONE UOVA CRUDE E INSACCATI FRESCHI - news - News

Fino a tutto settembre, anche quest'anno sono in vigore le Ordinanze comunali che vietano di somministrare, negli esercizi di ristorazione pubblica e collettiva, negli esercizi alberghieri e in tutti gli esercizi di ospitalità, prodotti alimentari contenenti uova crude non sottoposti a trattamento di cottura prima del consumo e insaccati freschi pronti per il consumo a base di carne suina ed avicola non completamente cotti.
 
Questo divieto nasce dal fatto che gli alimenti contenenti uova crude sono frequentemente individuati come veicoli responsabili di episodi di tossinfezione alimentare da Salmonella, e che oltre alle uova, le indagini epidemiologiche svolte in focolai di malattie trasmesse da alimenti evidenziano sempre più spesso come veicolo di tossinfezione alimentare da Salmonella anche gli insaccati freschi a base di carne suina o avicola pronti per il consumo. Il rischio di tossinfezione alimentare è poi maggiore nella stagione estiva per tutta la popolazione.
 
Le Ordinanze sono quindi state emanate su proposta del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna, U.O. Igiene degli Alimenti e Nutrizione e U.O Igiene degli Alimenti di Origine Animale di Ravenna.
 
Le violazioni alle ordinanze comunale saranno perseguite ai sensi dell'articolo 650 del Codice Penale.
 
 
 
In allegato, a titolo esemplificativo, l'Ordinanza emanata dal Comune di Ravenna