FORFETARI: OBBLIGO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA DAL 1° LUGLIO 2022 E NON SOLO

News / Fiscale - martedì 03 mag 2022 alle 11:08 | A cura dell'Uffico Stampa


Forfetari, soggetti in regime di vantaggio e associazioni sportive dilettantistiche (L. 398/1991) obbligati alla fatturazione elettronica dal 1° luglio 2022.

 

Questa la principale novità del PNRR DL 36/2022 che obbliga inizialmente i soli soggetti che nell’anno precedente hanno conseguito ricavi o compensi (ragguagliati ad anno) superiori a € 25.000, per essere ampliata ai restanti soggetti dal 1° gennaio 2024.

 

 

Per le operazioni effettuate dal prossimo luglio anche tali soggetti dovranno quindi emettere le fatture verso i clienti residenti attraverso il Sistema di Interscambio, utilizzando la natura N2.2.

 

Per il terzo trimestre 2022 (luglio-settembre) la tardiva emissione non sarà sanzionata se effettuata entro la fine del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.

 

Anche il bollo dovrà conseguentemente seguire la modalità elettronica del DM 17.06.2014 con versamento trimestrale, salva possibilità di cumulare i primi 2 trimestri solari con il 3°, se la somma è inferiore a € 250.

 

La novità comporta anche l’obbligo dell’esterometro, ovvero la trasmissione dei dati relativi alle cessioni di beni e di prestazioni di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato, salvo quelle per le quali è stata emessa una bolletta doganale e quelle per le quali siano state emesse o ricevute fatture elettroniche.

 

In sede di discussione parlamentare la Confederazione proporrà di posticipare al 1° gennaio 2023 la partenza del nuovo adempimento, in ragione del breve tempo a disposizione delle imprese per adeguare i propri comportamenti (poco più di due mesi alla data di avvio dell’obbligo) e anche per evitare di “spezzare” il periodo d’imposta in due tronconi, sei mesi con fatture cartacee e altrettanti con fatture elettroniche.

 

 

Gli uffici fiscali dell’Associazione restano a disposizione per ulteriori chiarimenti.


Condividi sui Social

‹ Torna all'elenco